MAGNARTPOETRY #42 con i versi di LINA SANNITI tratti da “Madre di Parole” deComporre Edizioni

Quarto ed ultimo weeekend di Novembre con i versi della poetessa Lina Sanniti

a cura di Francesca Ferrara @netnewsmaker © RIPRODUZIONE RISERVATA

testo tratto da “Madre di Parole” deComporre Edizioni

 

ERA SCRITTO

 

Ora è toccato a me farti del male

a te che eri avvezzo al mio pensiero

perché da tempo era segnato

sul calendario dei giorni destinati

Ti ho fiondato il mio rifiuto sulla fronte

mentre credevi la mia bocca annuire.

La verità te l’ho infilata tra le coste

poco rigide

te l’ho scritta sulle scapole curve

di uomo maturo

Sono stata l’arrotino che prepara il fuso

per scucirti la mia trama fitta dalla pelle

e dei nostri corpi tracciare la distanza

Bio

Lina Sanniti, di Frattamaggiore (Napoli), è docente di Lingua Inglese nella scuola media. Ha vissuto alcuni anni in Inghilterra.  Ha scritto poesie fin da piccola ma, solo negli ultimi tempi, ha reso pubblica la sua scrittura. Ha ricevuto vari riconoscimenti tra cui il primo premio del Concorso Internazionale di Poesia ‘Avellino in versi’ (2015). Partecipa a vari reading e alcune sue liriche sono presenti in varie antologie. Con Michael Palma ha curato la traduzione in inglese della silloge di Salvatore Violante “Enchanted Anguish” (Gradiva Publications – New York – 2017). È ideatrice e organizzatrice del contest di poesie ‘Versando Versi’ che ha carattere itinerante e prevede ambientazioni sempre diverse.  Nel 2017 pubblica la sua prima raccolta poetica “Madre di parole” (deComporre edizioni).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *