Al via alla prima edizione del TEDxSalerno. Protagoniste le “onde”

Sabato 30 giugno 2018 a Palazzo Innovazione a Salerno si terrà la prima edizione del TEDxSalerno, promossa dall’associazione Wires e patrocinata dal Comune di Salerno. L’appuntamento è realizzato seguendo fedelmente lo spirito del TED, il più importante format internazionale di conferenze e meeting sulle “idee che meritano di essere diffuse”: “Ideas Worth Spreading”, come recita la mission della fondazione globale nata nel 1984 con l’obiettivo di unire innovatori provenienti da tre mondi diversi: Technology, Entertainment, Design.

a cura di Francesca Ferrara @netnewsmaker © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Pannullo, co-founder TEDx Salerno

Il co-founder  del TEDx SalernoFrancesco Pannullo ci racconta in questa brave intervista cosa sarà questa prima edizione.

 

 

 

 

Fabrizio Mancuso, co-organizer TEDxSalerno

Come nasce l’idea di fare un Tedx a Salerno? 

«L’idea nasce più di un anno fa, quando io e Fabrizio mossi dalla voglia di riuscire a portare il format internazionale del TEDx anche Salerno, città ormai sempre più all’avanguardia e con un ampio ecosistema dedicato al mondo dell’innovazione. In pratica, stiamo lavorando da tanto, tanto tempo a quest’evento e vogliamo offrire alla comunità salernitana la miglior esperienza possibile per questa sua prima edizione».

La scelta del tema a cui si dedica questa prima edizione?

«Abbiamo scelto il tema delle onde perché crediamo fortemente in due cose: identità e perseveranza. L’onda è parte integrante della figura cittadina nell’immaginario collettivo della città, radicata fin dalla nascita alle sue forti origini marinare. Poi perché l’onda è anche accomunabile alla figura della forza, della perseveranza , dell’impatto che un idea può avere sulla vita delle persone».

Quale è il valore aggiunto di un format come il TEDx e quali criteri avete applicato per la scelta dei relatori?

«Il valore aggiunto sta sicuramente nella forza che hanno il format e la community del TEDx: sappiamo che questa è una grande opportunità per la città ed intendiamo quindi portare avanti il progetto anche per il futuro. La scelta degli speaker è stata data da un mix di sensazioni e di vicinanza al tema: ognuno a modo loro ha contribuito ad impattare ed a lasciare un segno con la forza delle loro idee nel mondo, quindi crediamo che – come dice il payoff di TED- le loro siano ideas worth spreading».

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *